Terapie ad altissima specializzazione

Sotto direzione del Prof. De Molfetta si eseguono le seguenti terapie ad altissima specializzazione:
intralase_docking

Fotodinamica (PDT)

Terapia mediante iniezione endovenosa di un farmaco e successiva attivazione dello stesso attraverso luce laser , per ottenere la chiusura dei vasi. Usata come metodo di cura per la neovascolarizzazione sottoretinica in casi di degenerazione maculare senile o miopica.

Fotocoaugulazione (Laser)

Trattamento laser usato per lacerazioni retiniche o lesioni di altro tipo, che possono provocare distacchi di retina. Utile anche neltrattamento della retinopatia diabetica.

Fotocoaugulazione
del Corpo Ciliare

Trattamento laser che agisce sul corpo ciliare per determinare una riduzione nella produzione di umore acqueo, quindi del tono oculare, in pratica nel glaucoma intrattabile.

Laser – YAG Laser

Trattamento laser per cataratta secondaria e per il glaucoma (iridotomia), che permette al liquido di raggiungere la zona di drenaggio.

Iniezioni
endobulari di Anti-Vegef (Lucentis, Eylea)

Iniezione di un farmaco in camera vitrea per prevenire un’ulteriore crescita di vasi sanguigni anomali che è alla base di molte patologie retiniche oculari (degenerazione maculare senile essudativa, edema maculare diabetico)

Iniezioni endobulbari di farmaci cortisonici (ozurdex)

Iniezione intravitreale del farmaco cortisonico in camera vitrea utile per patologie quali edema maculare ed edema secondario a trombosi di vasi retinici.

Iniezioni endobulbari di jeatrea (ocriplasmina)

Iniezione in camera vitrea di un farmaco che è una forma di ricombinazione di proteina umana (plasmina)
E’ utile nel trattamento delle trazioni vitreo maculari e in alcuni casi anche di fori retinici maculari. Il farmaco una volta iniettato elimina la trazione vitreale e facilita il completamento del distacco del vitreo.

 

TTT

Trattamento Termico Transpupillare, mediante laser a diodi . Terapia usata per alcune malattie della macula tra cui la Degenerazione Maculare Senile e l’edem

Cross linking

cross-linking-Dresda-UV-X 2000
Terapia innovativa parachirurgica del cheratocono, che permette di bloccare l’avanzamento di questo ai primi stadi della patologia, evitando il trapianto di cornea, Si esegue con lo strumento “UV-X2000”,ottimizzato dagli inventori di DRESDA.